Massimiliano Luchetti nasce a Pietrasanta nel 1975. Avvicinatosi alla pittura sin da giovane, nel 1992 frequenta da collaboratore il celebre studio d’arte F. Palla in Pietrasanta, affinandosi nella conoscenza dei materiali (marmo, creta) e nella tecnica del disegno. La pittura di Luchetti si traduce in de-costruzioni violente della materia pittorica che da un figurativo labilmente palpabile (ma presente) giunge all'essenziale. Una pittura rigorosamente ad olio che trova nelle serie dei Viaggi - onirici, iniziatici, reali - e delle Mappe una rara espressione artistica: il viaggio dunque, tema meravigliosamente classico, e' vivo e tangibile, seppur sperduto nella nebbia che avvolge il ricordo cosi' come l'avvenire. Sepolcri di cio' che e' stato e di cio' che invece ancora dovra' essere. Gli ultimi lavori, cosmogonie materiche in equilibrio tra concetto e fisicita' del colore, sempre più legati a una destrutturazione concettuale della materia, trovano ampi riscontri con le mostre in Oklahoma (U.S.A.) 2015/2016, dove si affermano come una delle realta' più rilevanti del panorama artistico emergente europeo. Vive e lavora a Pietrasanta (LU).